La gente non ci ha capito niente.

Posted on 26 giugno 2011

0


Io tutti i giorni scendo di casa, raggiungo la fermata della metro più vicina a casa mia e prendo il treno che viaggia in direzione del centro. Scendo al capolinea e cammino per circa 20 minuti prima di raggiungere la strada larga, alla quale accedo da una viuzza perpendicolare. Attraverso la strada larga, perché camminare sul marciapiede di fronte, ho scoperto 2 anni fa, è più piacevole. Percorro la strada larga verso sud per circa sette minuti e arrivo nella piazzetta della fontana grigia, che adesso è grigia ma un tempo era bianca, credo. Mi fermo e mi siedo sul bordo della fontana, mi sfilo le scarpe e bagno i piedi. Con qualsiasi tempo, pioggia o sole, tutto l’anno.
Tutti i giorni io mi sveglio alle 5,30 per avere il tempo di bagnare i piedi nell’acqua grigia della fontana grigia, che anche se la gente che mi vede con i piedi messi lì pensa che io sia una barbona o una pazza o qualcosa di simile io invece c’ho un lavoro e devo arrivarci puntuale alle 8,30 ma c’ho anche bisogno di stare lì seduta con i piedi a mollo per almeno mezz’ora, tutti i giorni, e mi piace farlo la mattina che c’è meno gente, e poi mi sembra che alla mattina l’acqua sia proprio di quel grigio che piace a me.
Per questo, per fare questa cosa qui, mi sveglio così presto tutte le mattine.

E la gente non ci ha capito niente, pensano che io sia una barbona o una pazza o qualcosa di simile e invece no, io ho scoperto che questa cosa qua, questa cosa di spugnarmi i piedi nell’acqua grigia mi fa sentire meglio.

Dopo mezz’ora tiro fuori i piedi, li asciugo con un asciugamanino che porto in borsa, riinfilo le scarpe e vado a lavoro.

Annunci