E un bel giorno si cambia.

Posted on 4 ottobre 2011

1


Son nate delle questioni ultimamente per cui ciò che sembrava reale e limpido si è fatto incerto e torbido, e non si tratta di eventi o di scorrere del tempo, si tratta di passioni e anime.

Mi sveglio più inquieto sebbene mi ritrovi sempre nella stessa posizione e nello stesso letto, il mio, desolato come il frigorifero e, ultimamente, come ogni singolo angolo dell’appartamento che occupo. La certezza delle mie giornate, da undici anni e sette mesi, è quell’unica passione, per Lei. Lei che vive al piano di sotto e, giorno dopo giorno, si sposta da casa all’ufficio, dall’ufficio al panificio, poi in tintoria al lunedi e al supermercato il martedi pomeriggio. Lei che il giovedi si vede con le amiche al caffè sotto casa e che piange senza lacrime e singhiozzi, eppure così sconsolata, alla fermata dell’autobus.

Poi è arrivato oggi e mi sono accorto che non ricordo più come sono fatte le sue mani e il mondo, a questo pensiero, preciso come l’incisione di presunzione eterna nella fede dei futuri sposi, e altrettanto incancellabile, il mondo ha acquistato colore e l’inquietudine ha guadagnato coscienza e motivo.

Mi sono sentito sollevato e libero. Ho comprato il giornale e ho letto solo la pagina degli annunci di case da affittare.

Annunci