Non dormi?

Posted on 16 marzo 2012

11


Non dormi?
Gli occhi spalancati rivolti alla parete accanto al letto, la guancia appoggiata al cuscino e tutto il corpo in posizione armonica e armoniosa in un profilo di spalle cadute, braccia abbandonate e carne molle.

Non dormi?
Guardi. Intorno a te solo il bianco riflesso di quando gli occhi si abituano al buio e riescono a vedere, nonostante tutto, nonostate l’assenza di luce ed è lì, in quel vedere di buio, che ti accorgi di quanto siano potenti le poche diottrie abbattute dalla miopia incipiente e progressiva.

Non dormi?
Ma se non dormi, stai? E ti crogioli nel groviglio di quei pensieri belli e pieni di speranza che si fanno solo di notte, in quell’intervallo di tempo minimo e inconsistente che separa la veglia dall’incoscienza. Per questo non dormi e stai e cerchi di mantenere le palpebre sollevate, di non fuggir via da te stesso e da quei bei pensieri di luce di notte e possibilità insperate di giorno col sole.

Non dormi. Eppure quel sorriso, che ti si disegna lungo le guance stropicciate dal cuscino e dall’esistenza, si rilassa dietro la persiana di ciglia che si toccano tra loro fino a far sparire la distanza tra inferiore e superiore, per mischiarsi in una frangia unica e confondersi.
Dormi.
Di sogni belli come il Napoli che passa il turno e zittisce l’arroganza britannica.

Annunci