L’immagine.

Posted on 17 giugno 2012

6


L’immagine è sempre la stessa.
Madame, qualche passo davanti a me, cammina nel vento, nello scuro di una notte d’inverno, che è la stagione con le notti più scure dell’anno. Cammina come se fosse sola, si muove a dimenticare i miei passi che la rincorrono, da sempre, a distanza ravvicinata.

L’immagine è lei, il suo profilo stritolato in un cappotto nero danzante nel vento, le mani nelle tasche, le spalle tese nello sforzo di mantenere chiuse le ali che io le ho disegnato prolungamento delle sue scapole sporgenti: il freddo è solo la scusa per gli esseri umani che le passano accanto.

L’immagine è Madame tutta nera di capelli, cappotto, calze spesse e anfibi eppure nei miei occhi non è mai passata fotografia più luminosa: l’amore fotte sempre la realtà.

L’immagine è Madame che, nel suo ballo di incedere tra vento e freddo e distanza da me, in un guizzo improvviso si volta, senza fermare il passo, come fosse una piroetta prevista dalla coreografia immaginaria che va eseguendo e, in questo giro improvviso di luminoso nero danzante, mi guarda negli occhi e sorride il tempo di un nulla.
L’amore fotte sempre la realtà perché la rende eterna strappandole, così, l’unica cosa che ne fissa l’essenza: il suo non essere infinita.

Annunci
Posted in: M&D