L’inutile dibattersi del ser.

Posted on 22 giugno 2012

4


Dal lato mio del mondo c’è rumore
e infatti non ti arriva la mia voce.
Triplico lo sforzo, inganno le distanze,
allungo a raggiungerti la gola.
Eppure è tutto vano, è tutto spreco.

Dal lato dove siedo non c’è pace
e infatti io mi accorgo che vai via.
Aumento la destrezza, strepito a morire,
per quanto ci sia tempo è sempre tardi
e vedo che non posso trattenerti.

Dal lato mio di vita non c’è tregua:
affanno, corro, grido senza rumbo.
Dal lato mio di cuore non c’è cuore
si è perso a rincorrere l’idea
che il presente non è mai tempo felice.

Annunci
Posted in: Non prosa