Seria è la vita, serena è l’arte.

Posted on 5 luglio 2012

9


Adesso vorrei che stessi un po’ zitta e mi lasciassi parlare.
Ho pensato che la vita è una cosa anche bella, anche sana, anche meno selvaggia di quanto tu avessi previsto e quindi ho deciso di godermela, almeno un po’.
Ho pensato che anche se a volte fa male, mi piace vedere queste dita non fermarsi neppure un secondo nel battere infinite lettere, parole e voci.
Vorrei che te ne stessi lì un po’ buona a lasciarmi spiegare che tutto ciò che fai e vivi sono attimi eterni di storie finite, conlcuse, di vite umane e mortali.
Resta lì ferma e guardami agire, reagire, sempre da sola, lo stesso sentire.
Se solo te ne stessi due minuti tranquilla vedresti che poi, quando taci, se taci, v’è solo del bene.
La gente non sa quanto è dura convincerti che da quando hai perso, da quando hai mollato, da quando m’hai liberata sto meglio.
Tutti credono che io sia così, fissa e costante ma è un pezzo che ho sette-otto vite riunite nell’unico corpo che ho saputo forgiare, imperfetto e sfigato ma che è sempre il mio.
Lasciami dunque questa pace quieta che, da quando hai perduto, non solo è più quieta e serena la vita, è molto più vita e sia quel che sia!

Annunci