Questione di tempo.

Posted on 15 febbraio 2013

46



È una bella età questa in cui ti puoi permettere ancora di essere tutto, tutto ciò che vuoi diventare, che volevi essere, ma senza i timori e le incertezze delle adolescenze, per fortuna passate.
È una bella età questa in cui sei già in due ma ancora uno, in forme indefinite e mutevoli. Bella di assenza di legami e piena di relazioni, vecchie e nuove. È un bel momento per fare follie, andare avanti veloce, tornare indietro.
È una bella età, questa, in cui davvero si può essere felici o infelici soltanto in dipendenza da se stessi, più che mai in dipendenza solo dal qui, ora: adesso di spazio e tempo.
I rimpianti non sono ancora tali perché c’è ancora modo di porvi rimedio e avere altre, nuove, occasioni. Il definitivo non esiste ancora come catenaccio sulla porta delle mutazioni (quello spero davvero non si agganci mai a serrarmi l’ingresso).
Questo è il tempo in cui c’è davvero ancora tempo, speranza di fare, rifare, disfare.

È una bella età questa in cui io mi ritrovo a guardarmi e aspettare, ancora, ancora, di sbocciare come un fiore e diventare bella.

Annunci