Para-normale.

Posted on 6 dicembre 2013

16


Chiudo gli occhi e fuori è buio.

Dentro è buio un po’ di più, ma un punto, in fondo, è luce impercettibile.

Pompa il sangue nelle vene e lo vedo scorrere a ritmo sincopato.

Storco il naso e sciolgo il collo, tendendolo da un lato prima e dall’altro poi. Gli angoli della bocca si tendono in un sorriso finto: non sorrido, deglutisco.

Il punto di luce si allarga a ritmo col pulsare della carne e col mio respiro che si è fatto veloce, coordinato, angosciante.

Ci infilo le mani e allargo la luce, combatto l’elasticità che la rivorrebbe chiusa: dimentica, cazzo, la memoria della tua forma, piegati alla mia volontà.

Quando le braccia esercitano una forza sufficiente mi accorgo che ci passo. Mantengo gli occhi chiusi e mi ci tuffo dentro.

Tutta questa luce intorno, mentre fuori è buio.

Annunci